PERCHE’ E’ IMPORTANTE CHE UN GIOVANE MEDICO SI TUTELI A DOVERE?

Ogni anno ci sono più di 30.000 cause ai danni dei medici italiani. Tante riguardano gli ospedali pubblici, altre le cliniche private, ma anche i liberi professionisti.

Sempre più pazienti infatti arrivano dal medico con delle aspettative spesso irrealizzabili. Mettono in dubbio la diagnosi facendo delle ricerche “fai-da-te” su google e per finire, spinti dal loro avvocato, portano il dottore in tribunale. Guardare solo il prezzo di una assicurazione delicata come quella professionale non è sufficiente poiché le variabili da considerare sono tante, massimali, retroattività, etc etc. Leggi fino in fondo per capire come e perché stipulare un ottima polizza RC PROFESSIONALE GIOVANE MEDICO.

DIPENDENTE O LIBERO PROFESSIONISTA?

Nell’ambito delle assicurazioni professionali, ci possono essere due tipi di copertura:quella per i liberi professionisti, e quella per i dipendenti pubblici chiamata “colpa grave”.

Per il giovane medico neo-abilitato si consiglia assolutamente di scegliere la formula completa per la libera professione e stipulare dunque una polizza RC PROFESSIONALE GIOVANE MEDICO.

In questo modo si è coperti nello svolgimento di qualsiasi attività come sostituzioni e guardia medica, oltre al corso di Medicina Generale o scuola di Specializzazione.

Una polizza in libera professione ti tutela anche dalle attività svolte a titolo gratuito come volontariato o per esempio ad amici e parenti.

CHE MASSIMALE?

Il massimale è la somma massima che l’assicurazione ti mette a disposizione per pagare i danni causati ai pazienti.

L’errore più comune è quello di pensare che tanto non succederà mai niente e quindi scegliere un massimale al ribasso per risparmiare.

Il consiglio ovviamente è quello di fare l’opposto: scegli il valore più alto che puoi permetterti!

La logica che c’è dietro è semplice, Se un paziente dovesse denunciarti e portarti in tribunale quale assicurazione vorresti?

Una da 500.000€ o una da 5.000.000?

Per il medico neo-abilitato è consigliabile stipulare una RC PROFESSIONALE GIOVANE MEDICO con un valore di almeno 2.000.000€.

TUTELA LEGALE SI O NO?

Dove c’è un danno da responsabilità civile, c’è bisogno di una difesa legale. Quindi c’è poco da dire, una tutela legale specifica per l’attività medica è assolutamente consigliata.

Oltre a questo devi sapere che il problema principale sta nel penale.

Ogni danno a terzi che causa lesioni alla persona gravi o gravissime, comporta automaticamente un processo PENALE.

Questo gli avvocati lo sanno, e infatti utilizzano spesso la denuncia penale per accorciare i lunghissimi tempi dei processi civili.

Gran parte delle denunce penali si risolvono con la completa assoluzione del medico, ma il malcapitato dottore deve in ogni caso anticipare tutte le spese, che per i processi penali non sono bruscolini.

Solo per preparare la difesa penale ci vogliono circa 2.000€. Una assicurazione specifica di tutela legale invece ti mette a disposizione un massimale in genere piuttosto generoso per garantirti la piena difesa dei tuoi diritti senza anticipare un solo euro.

Puoi scegliere il tuo avvocato di fiducia, poi sarà l’assicurazione a pagare la sua parcella. Quindi anche in questo caso è consigliabile scegliere una polizza RC PROFESSIONALE GIOVANE MEDICO.

 

PERCHE’ E’ MEGLIO ASSICURARSI SUBITO?

Come ti ho spiegato prima, l’assicurazione professionale giovani medici di base esclude le responsabilità derivanti da lavori fatti prima dell’inizio del contratto, a meno che si acquisti la retroattività.

Qualcuno potrebbe pensare: “Intanto inizio, poi più avanti farò una polizza con la copertura pregressa e sono a posto”.

Il rischio di fare un ragionamento di questo tipo, oltre ad infrangere la legge sull’obbligo assicurativo, è che potresti incappare in una situazione spinosa. Diciamo che non c’è nessuna denuncia ufficialmente, però sai che qualcosa di strano è successo e che potrebbe scappare una richiesta danni in futuro.

Casi come questo si definiscono “fatti noti” e vanno dichiarati in fase di compilazione del questionario. I “fatti noti” sono circostanze già note al momento della stipula dell’assicurazione e sono sempre esclusi.

Quindi se non ti assicuri subito, oltre ovviamente a rischiare di fare un danno senza alcuna copertura, rischi di non poter più assicurare le situazioni più spinose neanche in futuro!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *